mercoledì 12 aprile 2017

Il mio personalissimo albero di Pasqua

Buonasera Amiche carissime! Quest'anno mi sono lasciata andare ad una personalissima interpretazione dell'albero pasquale: ho preso una canna fumaria di una caldaia per esterno, ho fatto dei trafori con il trapano e ho rivestito il tubo con del pizzo elasticizzato. L'ho abbellito con passamaneria e fiori e, vi ho appeso delle fatine velate montate su delle uova di polistirolo. Uscite da un mondo di fantasia, sembrano sospese in un'atmosfera incantata che ricorda la lirica di W. Shakespeare in Sogno di una notte di mezza estate:

..Per monti e burroni,
per siepi e giardini,
tra fiori e tra spini,
tra flutti e tra tuoni,
più lieve d'un raggio
del sole di maggio
volando viaggio
al comando della divina
che delle Fate è la regina.

D'una primula dorata
nella campanula fatata
troverò nascosta
la stilla incantata.










Un abbraccio a tutte voi!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...